giovedì 28 aprile 2011

La Firma dalla presentazione di Lucca

Quando le Brigate Rosse assassinavano i comunisti

LUCCA, 10 dicembre – Uno dei più grandi problemi di questo Paese è la mancanza di memoria, che provoca continuamente disastri. Ben vengano quindi contributi come quello del nostro collaboratore Nazareno Giusti, che ha presentato oggi a Palazzo Ducale la sua ultima opera a fumetti, intitolata “La firma”, che racconta la storia dell'assassinio del sindacalista genovese Guido Rossa, ucciso dalle Brigate rosse il 24 gennaio 1979 e già protagonista di un film del 2007 per la regia di Giuseppe Ferrara.
La “sentenza” di morte di Rossa era stata decisa dai vertici delle BR a seguito della denuncia che quest'ultimo aveva firmato (da qui il titolo dell'albo) nei confronti del collega Francesco Berardi, colto sul fatto mentre diffondeva volantini delle Brigate Rosse all'interno dell'Italsider di Genova, dove entrambi lavoravano come operai.
Una denuncia a cui era seguito un processo che aveva visto il sindacalista testimoniare contro Berardi, condannato poi a quattro anni e sei mesi di reclusione.
L'esecuzione, commessa da due brigatisti alle 6,30 di mattina, ha segnato una svolta anche per quella minoranza di attivisti di sinistra che fino a quel momento si erano trincerati dietro al celebre motto “Né con lo Stato, né con le BR”, segnato di fatto un nuovo corso degli anni di piombo.
I terroristi comunisti avevano assassinato un operaio. Un compagno.
Guido Rossa si era infatti iscritto al Pci nel 1962, dopo una vita avventurosa che lo aveva portanto anche a far parte di una spedizione alpinistica sull'Himalaya.
Quella tessera, per lui, aveva il significato di una svolta: scalare montagne di pietra non bastava più, iniziava l'impegno civile.
“Questa è la storia di chi credeva di essere un eroe e per questo ha preso le armi e ha ucciso – scrisse in seguito Carlo Lucarelli sugli anni di piombo – e di chi, invece, si è trovato ad esserlo per le Istituzioni, per la Legge, per lo Stato. E che proprio per questo, magari senza volerlo, come un eroe è stato ucciso”.
Forse Guido Rossa ha avuto dei dubbi, quando vide che di fronte alla richiesta di firma della denuncia tutti gli operai che lo avevano accompagnato in qualità di testimoni si tiravano indietro ("Le Brigate Rosse gettano la maschera, operaio comunista trucidato a Genova", titolò L'Unità).
Forse sapeva che quella firma sarebbe stata per lui una condanna a morte.
Ma “Chi tace e abbassa la testa muore ogni volta, chi parla e cammina a testa alta muore una volta sola” (Giovanni Falcone).
E così è stato: quattro colpi alle gambe, due al cuore. Pistola calibro 7,65.
“Il nucleo armato della BR ha giustiziato Guido Rossa, spia e delatore all'interno dello stabilimento Italsider di Cornigliano. Il suo tradimento di classe è ancora più squallido e ottusoin considerazione del fatto che il potere i servi prima li usa, ne incoraggia l'opera e poi li scarica. Compagni, da quando la guerriglia ha cominciato a radicarsi dentro la fabbrica, la direzione Italsiders, con la preziosa collaborazione dei berlingueriani, si è posta il problema di spionaggio, utilizzando insieme delatori vecchi e nuovi. L'obiettivo che il potere vuol raggiungere attraverso questa rete di spionaggio è quello di individuare e annientare all'interno delle fabbriche qualsiasi espressione di antagonismo di classe”, si leggeva nella lettera di rivendicazione dell'esecuzione fatta arrivare dalle BR alla redazione de “Il Secolo XIX”.
Era il 6 febbraio 1979.
Appena pochi giorni prima, il 27 gennaio, la città di Genova si era fermata, in una giornata piovosa.
Tra le bandiere rosse del Pci e della Cgil, quelle a mezz'asta degli edifici pubblici, i segni della croce e i pugni chiusi un corteo silenzioso di 250mila persone giunte da tutta Italia sfilò per rendere omaggio all'uomo che aveva osato sfidare le Brigate Rosse.
Quel giorno, e pochi altri, l'Italia fu una nazione.
Uno dei problemi più grandi del nostro Paese è la memoria. Per questo ben vengano le storie a fumetti, come quella di Nazareno Giusti.
Per farci ricordare tutti quegli uomini che, non abbassando la testa e pagando con la vita, adesso ci permettono di non vergognarci di fronte alla Storia.

Sito di riferimento: http://www.loschermo.it/articoli/view/31028

mercoledì 27 aprile 2011

Conosciamo Nazzareno Giusti


Nel 2007 ha pubblicato "L'uomo che non li uccise" (Ducato) che gli è valso il premio "Territorio e Libertà". Da questa sua prima opera è stato tratto un film che uscirà nel 2010 per la Albatross Lead Productions. Il fumetto è stato inoltre inserito da Pier Luigi Gaspa nella sua antologia di racconti sulla resistenza. 
Nel 2008 ha realizzato, per il comune di Lucca, il racconto illustrato "Giacomo Puccini... scrutando l'eternità". Collabora con il Nuovo Corriere.
Per conto di DreamMachine realizza l'albo "L'ultimo questore", la storia vera di Giovanni Palatucci, edito da Belforte editore di Livorno.

martedì 26 aprile 2011

IncontrARCI del 30 aprile 2011

La Storia


Il 24 gennaio 1979 alle 6:35 del mattino Guido Rossa esce dalla sua casa in via Ischia 4 per recarsi al lavoro con la sua Fiat 850. Ad attenderlo su un Fiat 238 parcheggiato dietro c'è un commando composto da Riccardo Dura, Vincenzo Guagliardo e Lorenzo Carpi. I brigatisti gli sparano contro sei colpi, uccidendolo.
È la prima volta che le Brigate Rosse decidono di colpire un sindacalista organico alla sinistra italiana. L'omicidio sarà seguito da una forte reazione da parte di partiti e sindacati e della società civile, in particolare quella legata al partito comunista. Al funerale, cui partecipano 250.000 persone, presenzia il Presidente della Repubblica Sandro Pertini.
L'omicidio di Rossa segna una svolta nella storia delle Brigate Rosse, che da quel momento non riusciranno più a trovare le stesse aperture nei confronti dell'organizzazione interna del proletariato di fabbrica. In effetti, proprio per la delicatezza dell'obiettivo, si è ritenuto probabile che le BR avessero intenzione di punire Rossa, ma senza ucciderlo. La vittima, probabilmente, doveva essere solo gambizzato. Tale ipotesi sembra essere confermata dalle perizie e dalle successive testimonianze: Vincenzo Guagliardo, il componente del commando che esplode i colpi calibro 7,65 alle gambe con una Beretta 81, ha raccontato che a gambizzazione avvenuta Riccardo Dura, capo della colonna genovese delle BR, dopo essersi allontanato come gli altri brigatisti dal luogo dell'operazione, era tornato indietro per esplodere l'ultimo colpo, quello che aveva ucciso Guido Rossa. L'autopsia rivela infatti che su Rossa furono esplosi quattro colpi alle gambe e uno solo mortale al cuore. Guagliardo aggiunge che il giorno dopo il delitto, i membri dell'organizzazione chiesero spiegazioni sull'accaduto, al ché Dura giustificò l'omicidio affermando che le spie andavano uccise. Sempre secondo Guagliardo le BR valutarono seriamente l'espulsione di Dura, rinunciandovi però per non provocare fratture all'interno dell'organizzazione. Dura continuò quindi la sua militanza nelle BR, partecipando ad altre azioni ed entrando nel Comitato Esecutivo.
La ricostruzione dei fatti di Guagliardo suggerisce che la causa dell'omicidio di Guido Rossa sarebbe da ricercare nell'iniziativa individuale del capo dei componenti del commando e non in una volontà politica delle BR di eliminare il sindacalista. La colonna genovese delle BR si assunse comunque l'intera responsabilità dell'omicidio.

lunedì 25 aprile 2011

Uscite dalla settimana dal 26 - al 01 maggio

SPIDER-MAN 556
 
Tetra caccia parte 2 (di 4). I Kravinoff hanno un alleato che sembra provenire da un girone dantesco: una bestia come non se ne sono mai viste nell’Universo Marvel! Con la forza della disperazione, Spider-Man cerca di non perdere la testa, ma un volto proveniente dal passato… complica tutto! A Kelly & Lark si associa in questo numero l’autore de L’ultima caccia di Kraven, J.M. DeMatteis, che con Max Fiumara narra una storia inedita dell’originale Cacciatore! Inoltre, il gran finale di American Son




WOLVERINE 256

Una nuova sfida proveniente dal futuro e con le fattezze dei Deathlok minaccia di stravolgere il mondo attuale. Wolverine si farà letteralmente in due per impedire che accada il peggio nel terzo e ultimo capitolo di una minisaga realizzata da Jason Aaron e Ron Garney. Tanti gli ospiti di grido, fra cui Capitan America e i Vendicatori. A chiudere un volume “tutto Wolverine” penserà una lunga avventura autoconclusiva dell’artigliato canadese di Hurwitz e Opeña. Azione allo stato puro!





THOR MOVIE BOOK

Un volume speciale pensato apposta per l’uscita del film del Figlio di Odino nelle sale cinematografiche. Schede dettagliatissime sui personaggi della pellicola come Thor, Loki, Odino, I Tre Guerrieri, Heimdall, gli Dei Asgardiani tutti e i cattivissimi Giganti di Ghiaccio! E in più giochi, curiosità, passatempi, quiz e tanto altro. Contiene anche una storia a fumetti del leggendario artista-scrittore Alan Davis, che spedisce Thor in una delle sue più epiche avventure storiche di tutti i tempi! Il Dio del Tuono e i suoi compagni asgardiani visitano l’antico Egitto… e lasciano dietro di loro una pesante eredità che cambierà il nostro mondo per sempre!


VENDICATORI GLI EROI SUPREMI


Thor, Iron Man, Capitan America. Compagni di innumerevoli battaglie, protettori della Terra, simboli viventi degli ideali incarnati dai Vendicatori. Questo fino a ieri. Oggi i tre eroi si guardano con diffidenza e rancore per tutto ciò che li ha divisi negli ultimi anni. Ma proprio quando il tempo delle grandi avventure sembra finito per sempre, ecco che si ritrovano proiettati nella più grande sfida della loro vita! Di Brian Michael Bendis e Alan Davis. 17x26, B., 128 pp., col.




GOD OF WAR 3



Sia nel passato che nel presente, Kratos è a un passo dall’Ambrosia di Esculapio. Ma per riuscire nelle sue imprese, lo spartano dovrà combattere e gli avversari che si troverà davanti non saranno facili da sconfiggere. Il terzo e ultimo numero delle avventure del dio della guerra!





POWERS - PSICOTICO

Un famoso supereroe viene trovato morto all’interno di un condominio. Appare subito chiaro che qualcosa non quadra: sotto la maschera non c’è infatti chi dovrebbe esserci e, soprattutto, manca la fonte delle sue superabilità… A indagare su questo ennesimo, complicato caso che riguarda i “Poteri” saranno come sempre i detective Walker e Pilgrim. Gossip, scandali e violenza: ecco un nuovo volume di Powers a cura di Brian Michael Bendis e Michael Avon Oeming. 17x26, B., 184 pp., col.




ALL ROUNDER MEGURU 3


Terminato l’incontro di Maki, entra in scena il vero protagonista del terzo volume di All Rounder Meguru: Takashi! Prima lo vedremo salire sul ring per affrontare un combattimento che si rivelerà più impegnativo del previsto, quindi lo seguiremo nella vita di tutti i giorni, scoprendo quale lavoro faccia e molti altri importanti dettagli. Questo e altro nel manga di Hiroki Endou. 13x18, B., 224 pp., b/n, con sovraccoperta




ANEDOKI - LA TATA DEI TUOI SOGNI 3 (DI 3)

In un’afosa giornata d’estate la vita del piccolo Kota viene stravolta da una misteriosa (e sexy) studentessa liceale che, neppure fosse la donna esplosiva immaginaria dell’omonima commedia degli anni Ottanta, gli ha fatto perdere tante inibizioni. Nel caos che ne deriva, non privo di situazioni piccanti, si aggiungono altre due ragazze… L’ultimo numero del manga di Mizuki Kawashita, già autrice di 100% Fragola e First Love Limited.





KISS OF ROSE PRINCESS - IL BACIO DELLA ROSA 2


Immaginate che i quattro ragazzi più belli della scuola siano pronti a esaudire ogni vostro desiderio. Sembra un sogno, ma per Anis è la realtà. Un’arcana magia la lega infatti agli affascinanti Cavalieri della Rosa, ognuno dei quali sa farle battere il cuore. L’assidua vicinanza dei ragazzi, però, le crea dei guai… Inoltre sta per scoprire che la magia che la vincola a loro ha anche un lato oscuro!





CHITOSE INC. 2


Armata di coraggio e sostenuta dal fratello maggiore, Chito decide di andare a vivere a Tokyo e di iscriversi alla stessa scuola di un ragazzo conosciuto nella sua città d’origine: Okinawa. Ma non tutto va come sperava: già dal primo giorno di scuola scopre che quel ragazzo tanto carino è fidanzato… Di Wataru Yoshizumi, l’autrice di Marmalade Boy e Streghe per amore.





MONSTER DELUXE 4 (DI 9)


Johan ottiene la fiducia del ricco e potente Schuwald, una delle persone più importanti di tutta la Baviera. Intanto il detective Richard indaga su strani casi irrisolti, apparentemente slegati fra loro, e continua la psicoterapia con il dottor Reichwein per affrontare i fantasmi del passato. Prosegue l’edizione definitiva (pagine a colori, tavole ritoccate, grande formato) del thriller realizzato da Naoki Urasawa! 14,5x21, B., 416 pp., b/n, con sovraccoperta




NORITAKA 3


I pugni del campione di boxe delle medie Yamazaki hanno rintronato Noritaka. Il “re della distruzione” avrà la forza di riscattarsi, evitando una figuraccia? Ma i problemi per il nostro protagonista non sono che all’inizio, perché adesso è lui il nemico pubblico numero uno di tutti i club di sport da combattimento dell’istituto. L’umiliazione continua… e le risate pure! 11,5x17,5, B., 184 pp., b/n, con sovraccoperta




SAMURAI DEEPER KYO 9


La foresta di Aokigahara è lo scenario di violente battaglie. Un luogo da cui pochi riescono a fare ritorno! Kyo è qui per cercare il suo corpo, sigillato in una fortezza di ghiaccio sotterranea. Sulle sue tracce ci sono i dodici generali, potenti guerrieri al servizio di Nobunaga Oda, il famoso condottiero! In questo numero continua il confronto tra Oda e Kyo. Il primo sembra imbattibile… Chissà se il criminale numero uno del Giappone avrà qualche asso nella manica? 11,5x17,5, B., 192 pp. b/n, con sovraccoperta



ZOMBIEPOWDER 2



Che cosa sareste disposti a fare pur di ottenere il potere di sconfiggere la morte? Gamma Akutabi, assieme ai suoi compagni, C.T. Smith ed Elwood, è pronto a qualsiasi cosa! Per mettere le mani su uno degli anelli necessari a ottenere la ZombiePowder, la polvere che rende immortali, si è infiltrato nel covo della banda Ash Daughter, ma ora che è riuscito ad averla, deve sbrigarsi. La procedura di autodistruzione è appena stata attivata e a breve l’intera struttura salterà in aria. È una corsa contro il tempo!



sabato 23 aprile 2011

V FOR VENDETTA - NUOVA EDIZIONE ASSOLUTA


Considerato uno dei più grandi capolavori del mondo della letteratura disegnata, V For Vendetta è un affresco poderoso e emozionante sulla natura umana, sulla libertà di scelta e sulla perdita d’identità in un mondo freddo e massificato.
L’opera di Alan Moore e David Lloyd, un grande classico Vertigo, finalmente disponibile in una nuova edizione con extra inediti e nuovi disegni!

venerdì 22 aprile 2011

I CAVALIERI DELLO ZODIACO - BOX #1 (10 DVD)



La serie narra le avventure di un gruppo di Cavalieri dello Zodiaco, ognuno dotato di una armatura corrispondente alla costellazione che lo governa: i loro nomi sono Pegasus (Seiya), della costellazione di Pegaso, Sirio (Shiryu) del Dragone, Phoenix (Ikki) della Fenice, Andromeda (Shun) di Andromeda e Crystal (Hyooga) del Cigno. Il loro scopo è proteggere la Dea della Giustizia (Athena), incarnatasi nel corpo di Lady Isabel, dalle presenze maligne che regnano sulla terra...

giovedì 21 aprile 2011

Yamato Video presenta Ryu Il Ragazzo delle Caverne Memorial Box


Ryu – Memorial Box


Molto tempo fa, in una preistoria dove gli esseri umani convivono con i dinosauri, una donna partorisce un bimbo dalla pelle bianca. Lei è scacciata dalla tribù mentre il piccolo viene offerto in sacrificio al dinosauro Tirano ma, all’ultimo momento, si salva grazie alla donna-scimmia Kitty. Una volta cresciuto Ryu scopre che la sua vera madre è ancora viva e parte alla sua ricerca, accompagnato dalla giovane Ran e dal piccolo Don. Le sue peregrinazioni sono inoltre dettate dal desiderio di vendetta verso Tirano e alla necessità di sfuggire all’odio di Taka, che vede in Ryu un nemico a causa della sua pelle. Può un ragazzo cambiare il proprio destino e superare la maledizione che sembra gravare su di lui?
DISCO 1
01 – Il sacrificio mancato
02 – Da soli non si vive
03 – La prova delle pietre sacre
04 – Lotta contro il mostro
05 – Per cento pelli di capra
DISCO 2
06 – Guerra ai limiti del deserto
07 – Seguendo le orme del mostro
08 – Faida tribale
09 – Lo stregone bugiardo
10 – Gli uomini delle nevi
11 – Rivalità
DISCO 3
12 – Amici
13 – La trappola
14 – Vendetta impossibile
15 – Lotta nell’isola felice
16 – L’uomo bestia
DISCO 4
17 – Vittime innocenti
18 – La carica degli elefanti
19 – Nella tana dei lupi
20 – Caccia agli schiavi
21 – Bianchi alla riscossa
22 – Verso una nuova vita
Data Uscita: 19/04/2011
Codice prodotto: PSD5126
Supporto: DVD
Durata: 360 min
Audio: italiano 2.0 giapponese 2.0
Sottotitoli: italiano
Area: 2
Formato: 4:3
Copyright: © 1971 TOEI ANIMATION CO., LTD. © ISHIMORI PRODUCTION, TOEI ANIMATION   Released by Yamato Srl per l’edizione italiana
Anno di Produzione: 1971
Regia: Takeshi Tamiya, Masayuki Akehi, Yoshio Takami
Produttore: Kenji Yokoyama
Sceneggiatura: Takashi Kondo, Hirokazu Fuse, Kuniaki Oshikawa
Direzione dell’animazione: Kazuo Komatsubara
Direzione artistica: Mataharu Urata
Direzione della fotografia: Hideyuki Fujihashi
Musiche: Jun Ohshio
Extra:- Sigle italiane di testa e di coda ed. tv  – Booklet esclusivo – Presenzatione del primo episodio versione senza audio

mercoledì 20 aprile 2011

JSA TP 1 - La Notte Più Profonda


La notte più profonda, la saga con la quale Geoff Johns e Ivan Reis ci hanno intrattenuto e stupito durante gli ultimi mesi, sta per concludersi. Dobbiamo però ancora vedere come hanno affrontato questa sconvolgente situazione personaggi quali Jay Garrick, Power Girl e il resto dei membri della Società della Giustizia. Dopo la morte di uno dei loro per mano delle Lanterne Nere, reagiranno dando libero sfogo alla loro furia? Scopritelo nella miniserie Blackest Night: JSA, opera di James Robinson ed Eddy Barrows, gli autori de La notte più profonda: Superman.
Signore e signori, ecco a voi la nuova collana della Società della Giustizia d’America! Il primo gruppo di supereroi dell’Universo DC ritorna con una saga scritta e disegnata da Jerry Ordway. In questo volume, alcuni membri del gruppo viaggiano nel tempo fino a raggiungere uno dei periodi più tristi e drammatici della storia dell’umanità.

martedì 19 aprile 2011

Flash Rinascita



Autori: Geoff Johns (testi), Ethan Van Sciver (disegni)
Casa Editrice: Planeta De Agostini
Provenienza: USA


Faccio una premessa: quando si parla di Barry Allen, il secondo Flash del DC Universe, e forse quello più amato, non sono obiettivo, poiché da sempre l’eroe reso celebre dai mitici Julius Schwartz, John Broome e Carmine Infantino è uno dei characters che preferisco. Inoltre, gli va riconosciuto il merito di aver dato inizio alla Silver Age del fumetto americano, comparendo nel n. 4 di Showcase del 1956, riportando in auge il genere super-eroistico dopo un periodo di declino. Sulla sua scia, infatti, sarà presto il turno della Legione dei Super-Eroi, della Justice League e, nel novembre 1961, dei Fantastici Quattro marvelliani, con le conseguenze che conosciamo.
Come tutti sanno, il primo Flash era Jay Garrick, altro personaggio fondamentale, e l’editor Schwartz che, più o meno contemporaneamente, dava il via alle vicende della Lanterna Verde Hal Jordan, decise di rispolverare l’idea del Velocista Scarlatto con una nuova versione, rappresentata, appunto, da Barry Allen. Le avventure di Barry, nel corso degli anni sessanta e settanta, appassionarono un numero enorme di lettori e molti episodi sono giustamente considerati classici della DC Comics, nonché, in generale, del fumetto a stelle e strisce.
Tuttavia, nel 1985, il duo Wolfman/Perez, nella fenomenale Crisis On Infinite Earths, fece morire Barry. I motivi furono molteplici: innanzitutto, la maxiserie doveva eliminare mondi paralleli e versioni alternative dei vari eroi, rendendo il DC Universe qualcosa di più comprensibile e, di conseguenza, non potevano esistere due Flash (Barry viveva su Terra 1 e Jay su Terra 2). In secondo luogo, Barry simboleggiava, appunto, la Silver Age che, in un certo qual modo, si era conclusa. Barry, dunque, si sacrificava nella sua strenua lotta contro l’Anti-Monitor, e a seguire le sue orme ci fu il suo ex partner Kid Flash, alias Wally West, membro dei Teen Titans, nonché nipote della bella Iris, moglie di Barry.
Il terzo Flash, nel complesso, piacque al pubblico e il mensile a lui dedicato ha avuto buoni momenti creativi, grazie ad autori come, per esempio, Mark Waid o Geoff Johns, attuale deus ex machina del DC Universe. Ma gli eroi autentici non muoiono mai e poteva un giustiziere come Barry rimanere nell’oblio? La risposta l’ha data il grande Grant Morrison, suo fan sfegatato, che l’ha clamorosamente ripescato nella sua splendida Final Crisis.
E ora arriva una miniserie di sei numeri, Flash: Rebirth, proposta in volume da Planeta DeAgostini e, naturalmente, scritta dall’onnipresente Johns (che ha già portato a nuove vette di grandezza Lanterna Verde). In questa storia, quindi, Barry deve confrontarsi con la sua ritrovata vita, in un mondo che a stento riconosce. Pur essendo felice di trovarsi di nuovo accanto alla sua amata Iris, sente che qualcosa non va per il verso giusto. Ed effettivamente è così.
Tutto ruota intorno al cosiddetto ‘spirito della velocità’, cioè una particolare energia che provoca distorsioni spazio-temporali e che riguarda ogni velocista del DC Universe. Per giunta, la minaccia che Barry dovrà affrontare è collegata al suo acerrimo nemico, il Professor Zoom, e tale villain ha molto a che fare con il presente e soprattutto con il passato, non sempre idilliaco, di Barry. La trama è arricchita dalle apparizioni di numerosi personaggi: Jay Garrick e Wally West, naturalmente; Bart Allen, il nipote di Barry proveniente dal futuro; altri velocisti come Johnny Quick, Max Mercury o Liberty Belle; Lanterna Verde; i Titani; la Justice League; i super-figlioletti di Wally, e così via.
Il fumetto è un bel mix di azione e introspezione, sapientemente costruito, e ottimamente reso, dal punto di vista grafico, dal bravissimo Ethan Van Sciver, coadiuvato dai meravigliosi colori di Moose Bauman. L’unico appunto che mi sento di fare è che Flash Rinascita è un’opera per nerd, con numerosissimi riferimenti a decenni e decenni di storie che solo i fans hard-core potranno cogliere, gli accenni a nemici come Abrakadra, lo psicopatico Savitar o il Flash Nero, i rimandi all’apparente omicidio di Iris, e così via. Di conseguenza, un lettore che magari si avvicina al personaggio per la prima volta potrebbe sentirsi un po’ spaesato. Tuttavia, il volume è valido e, a mio parere, consigliabile.

Recensione presa da: http://www.mangaforever.net/


lunedì 18 aprile 2011

JLA George Perez. Classici DC


La Lega della Giustizia d'America è stata protagonista di molte memorabili avventure, ma poche hanno lasciato un ricordo indelebile nei fan come quelle illustrate da George Pérez tra il 1980 e il 1983. In questo volume sono raccolte quelle storie, nelle quali il super-gruppo più famoso dell'Universo DC si allea con la Società della Giustizia d'America per affrontare avversari del calibro di Darkseid, Amos Fortune, la Società Segreta dei Super-Criminali e gli extraterrestri del pianeta Appelax. Inoltre, l'edizione è arricchita dalla presenza di tutte le copertine realizzate da Pérez per la collana e dalla cover disegnata nel 2001 per l'evento Justice Leagues.

sabato 16 aprile 2011

Il lamento delle terre perdute


La guerriera Sioban



Elisabetta Tirabassi - 12/04/2011



In Francia, “Il lamento delle terre perdute”, pur essendo il lavoro di due autori affermati, è stato un successo quasi inaspettato che ha stregato un numero di fan nettamente superiore alle previsioni. In Italia, visti i risultati, da tempo se ne aspettava la pubblicazione, anche se il bande desinée stia diventando sempre più un fumetto di nicchia che stenta a trovare il giusto spazio all’interno di un mercato dove Giappone e America fanno sempre più la parte dei leoni.

Per fortuna, dopo aver ripubblicato “
XIII” e “Thorgal”, Panini Comics continua a dedicare un piccolo spazio anche al fumetto d’oltralpe e da aprile ne inizierà la serializzazione. Si continua quindi il trend legato al genere fantascientifico del bande desinée iniziato con Thor, passando al fantasy puro con il fumetto creato dal belga Jean Dufaux.

La saga è divisa in tre cicli: “Sioban”, “Les Chevaliers du Pardon” e “Les Sorcières”. Il primo ciclo, ora in pubblicazione, è diviso originariamente in quattro albi e vede protagonista una magnifica donna guerriera.

Quando, durante la battaglia Nyr Lynch, il sovrano Lupo Bianco viene ucciso dal mago Bedlam, per la figlia Sioban e il suo popolo iniziano tempi durissimi. La giovane infatti è costretta a sposare suo zio, uomo viscido e corrotto che sotto l’incantesimo del perfido Bedlam diventa uno schiavo sottomesso ai poteri del mago. Di fronte alla perdita dell’amato padre e con un regno da riconquistare per Sioban c’è solo una possibilità diventare una guerriera e vendicare tutti i torti subiti.

I disegni del fumetto sono in mano a Philipp Delaby (Murena) e all’eccezionale Grzegorz Rosinski (già disegnatore di “Thorgal”) che dimostra ancora una volta di saper gestire e valorizzare storie dal sapore fantasy antico con ambientazioni di eccezionale raffinatezza e una solida attitudine per le scene d’azione.

THE UNWRITTEN



LEGGI TRA LE RIGHE

Tommy Tailor è il protagonista di una serie di romanzi fantasy che sono diventati un fenomeno culturale. Su internet e nelle convention, i fan si incontrano per celebrare le sue magiche storie nella speranza che il suo creatore scomparso, Wilson Taylor, rispunti fuori da qualche parte per scrivere un’ultima avventura.
Ma c’è uno sviluppo inaspettato della trama: il vero Tom Taylor, il figlio che Wilson ha abbandonato, viene ora venerato in tutto il mondo come una leggenda letteraria incarnata.
Quando la sua vita comincia bizzarramente ad assomigliare sempre di più a quella di Tommy, Tom viene catapultato in un strano inferno letterario dove il potere della capacità di raccontare è forte come un incantesimo.
Gli acclamati narratori di LUCIFER, Mike Carey e Peter Gross, si riuniscono per rivelare THE UNWRITTEN, una serie nuova fiammante sulle parole, i mondi e il sottile confine che li divide.





Il padre di Tom Taylor ha creato la serie fantasy di Tommy Taylor, romanzi su un giovane mago che sono diventati famosi quanto quelli di Harry Potter. Il problema: papà ha dato al suo fortunato protagonista tratti tanto simili a quelli reali di Tom che la gente lo paragona continuamente alla sua controparte... fino a metterlo in pericolo. Quando uno scandalo rivela che Tom potrebbe essere realmente un mago in carne e ossa, Tom viene in contatto con un misterioso gruppo che lo segue da tutta la vita. Ora, per proteggere la propria incolumità e scoprire la verità delle proprie origini, Tom deve girare il mondo, ritrovandosi nei luoghi segnati su una mappa speciale che indica i punti del globo dove storie inventate hanno modificato i fatti reali. In questo volume, Tom arriva al carcere di Donostia, nel sud della Francia, e finisce nell’orbita di un’altra storia: La chanson de Roland. Purtroppo per lui, è una storia che termina con un massacro... Gli acclamati narratori di Lucifer, Mike Carey e Peter Gross, si riuniscono per rivelare The Unwritten, una serie nuova fiammante sulle parole, i mondi e il sottile confine che li divide.

venerdì 15 aprile 2011

TRUE BLOOD


Dal tramonto all’alba, True Blood: lasciati prendere per la gola! La serie TV di culto sui vampiri, un vero fenomeno mediatico in tutto il mondo, diventa un fumetto inedito scritto dal creatore di True Blood, Alan Ball! Sangue e sesso diventano gli elementi esplosivi di una notte calda e piovosa al Merlotte quando uno spirito intrappola Sookie e i suoi amici all’interno del bar. Lo spirito che si nutre della vergogna obbligherà Sookie, Bill, Eric, Sam, Tara, Jason e Lafayette a rivelare i più inconfessabili segreti e i ricordi più dolorosi. Rivelazioni scioccanti e inaspettate mischieranno le carte come solo Alan Ball poteva fare. Disegni dell’italiano David Messina.

giovedì 14 aprile 2011

Nel giorno più splendente n. 04


Hawkman e Hawkgirl sono ancora alle costole del loro arcinemico, Hath-Set, e seguendo le sue tracce, i nostri due eroi finiscono per ritrovarsi in una strana dimensione. Nel frattempo, Martian Manhunter si mette alla ricerca di un suo congenere giunto sulla Terra ben prima di lui e dalla natura decisamente violenta. Deadman, invece, dopo essersi scontrato con Anti-Monitor, viene condotto dal suo anello bianco da Colomba proprio quando Falco le sta intimando di utilizzare il suo nuovo potere per resuscitare il fratello (di lui) defunto. Allo stesso tempo, alcuni guerrieri che, si presume provengano dall’antica Atlantide, spuntano fuori dal Triangolo delle Bermuda.

X-MEN SUPERPACK


Contiene: X-MEN 250VARIANT, X-MEN DELUXE 193, MARVEL UNIVERSE 4, MARVEL MINISERIE 112 EDIZIONE VARIANT


P.S.: ricordati che se sei abbonato hai il 10% di sconto!!!

mercoledì 13 aprile 2011

ATTACK



J-pop è orgogliosa di presentare un vero e proprio cult del fumetto giapponese, il manga che ha dato origine alla mitica serie tv "Mimì e la nazionale di pallavolo"!

Scritto e disegnato da Chikako Urano, Attack No.1 vide il suo esordio sulle pagine della rivista Margaret della Shueisha nel gennaio 1968, scatenando una vera e propria febbre da pallavolo in tutto il paese! Precursore di quei manga sportivi che avrebbero poi avuto un enorme successo in futuro, nonché storico shojo ricco di quei valori che hanno caratterizzato un epoca di impegno e sacrificio, Attack No.1 racconta la storia di Kozue Ayuhara, una studentessa di seconda media che si è appena trasferita all'istituto Fujimi. Distratta e svogliata, passa le sue giornate insieme ad un gruppo di teppistelle, ma agli esami ottiene sempre il massimo dei voti.
Un giorno Kozue si incontra con il club di pallavolo della scuola e decide di sfidare le ragazze formando una squadra con le sue amiche.

Dopo il successo di Cyborg 009, un altro imperdibile classico targato J-pop, presentato al pubblico italiano con un formato tutto nuovo e fedele all'originale!
Seguite le avventure di un mito che ha caratterizzato la nostra infanzia e che continua a conquistare il cuore dei fan (l'anime è ancora in onda sui canali satellitari)
in 7 volumi di lusso!

lunedì 11 aprile 2011

Interni immaginati



Un ringraziamento a tutti gli amici e le amiche che sono intervenuti con tanto entusiasmo alla manifestazione

Siete FANTASTICI!!!

venerdì 8 aprile 2011

Questo dicono dell'opera "Interni" di Ausonia


Interni di Ausonia: un capolavoro trascendentale


Ho terminato oggi in una giornata dedicata alle lettura il terzo capitolo di INTERNI, saga a fumetti ideata dall’artista toscano Ausonia. Ora posso ufficialmente affermare che si tratta di uno dei più bei fumetti di sempre. L’impalcatura che sorregge la trama è abbastanza semplice e portata avanti con relativa linearità nei primi due episodi…ma è nel terzo libro che tutto diventa chiaro, che tutto si complica, che i piani di realtà, finzione, lettura e scrittura si confondono in un meta fumetto che fa sognare e ragionare tantissimo chi lo approccia.
Nel raccontare la storia di uno scrittore di successo (un insettoide) stufo della gloria procuratagli dallo scrivere noiosi best seller, Ausonia ci porta all’interno della sua testa dove un editor mentale con il quale arriverà a scommettere di bruciare realmente tutte le sue tavole originali, lo spinge continuamente al confronto con il suo io, con le ragioni del suo essere, del suo scrivere e disegnare. Ne escono pagine bianche di solo testo in cui l’autore riflette sulla riproducibilità dell’opera stessa, sul significato sia per lo scrittore che per il lettore, di tendere alla ricerca di storie finite, che abbiano un senso di per se e quindi finte, lontane dall’infinito inseguire l’infinito della vita. Aus arriva quindi a parlare del senso stesso delle storie, della vita, del concetto di fine nelle opere artistiche. Lo fa passando da tavole a fumetti ad immagini fotografiche, parlando di se stesso come narratore e come schiavo del sistema consumistico fumettistico. E in una catarsi da brivido e commozione riesce pure a vincere la scommessa con il suo editor mentale bruciando tutte le sue tavole, fotografando l’atto e pubblicando tutto nel suo fumetto che è anche biografia, che è vita. La storia dell’insetto scrittore portata avanti per 2 volumi si perde quasi sullo sfondo di tutto questo per poi riprendersi nella pagine finali e contribuire a tirare le somme di quanto letto attraverso le 481 pagine dell’opera.
Ausonia trascende i generi, sconfina dal fumetto per entrare nel (foto)romanzo, si appropria di un medium troppo bistrattato per elevarlo a mezzo di comunicazione dal forte impatto comunicativo. Ed entra così a far parte di una schiera di autori consapevoli in grado di far ragionare il lettore sulla struttura stessa di ciò che sta leggendo e addirittura sull’opportunità di farlo nel qui ed ora. Solo Antonio Moresco in Italia è riuscito a fare altrettanto a mio parere. Solo Alan Moore nel fumetto internazionale (Promethea su tutti) è andato ancora (moltissimo) oltre.


Leggere interni eleverà la vostra concezione di fumetto all’ennesima potenza. Potete farlo adesso, acquistando le due ore più belle che possiate regalarvi in compagnia di una graphic novel: http://www.doubleshot.it/page3/page3.html


Per maggiori informazioni su ausonia: http://ausonia-23.blogspot.com/


Per ascoltare e scaricare il disco Beauty Industries dei Groovenauti tratto dal precedente lavoro di Ausonia: http://www.megaupload.com/?d=MRYIABR4

RECENSIONE FATTA DA: http://groovenauti.com/

giovedì 7 aprile 2011

INTERNI 3


INTERNI 3


La miserabile vita di uno scrittore di successo arriva alla sua conclusione. Albert Gruenwald, i suoi amici, la sua donna, il burattinaio che sta dietro le loro mosse e l’editor mentale che lo controlla ritornano ancora una volta nell’ultimo volume della trilogia di Ausonia, per scardinare le certezze che il lettore credeva di avere e seminare nuovi dubbi. Disegni, fotografie, flusso di coscienza si fondono nuovamente in una riflessione sull’esigenza di narrare e su come nascono storie e personaggi.
Tutta la carriera artistica di Ausonia, dagli esordi a INTERNI, passando per le sue opere pittoriche, verrà ripercorsa in una mostra personale presso il Palazzo Ducale di Lucca, nel corso di LUCCA COMICS & GAMES 2010.



248 pag., brossura, b/n
formato 15x20 cm

mercoledì 6 aprile 2011

Interni 2




INTERNI 2
Ausonia



Il seguito di Interni - 2 di 3
Albert Gruenwald è uno scrittore di successo.
"Le avventure di John Strauss" è un bestseller, un caso letterario a livello mondiale.
Eppure, Albert Gruenwald è un uomo infelice, divorato dai sensi di colpa e dalle tachicardie notturne.
Un romanzo segreto che nessuno vuole pubblicare, un analista, una segretaria adorabile, un amico fidato, un agente letterario senza scrupoli, una cara amica in prigione da undici anni e una città... fatta di gente pronta a vendersi l'anima.


Beh, buona lettura.


160 pagine b/n
brossurato

lunedì 4 aprile 2011

Conosciamo Ausonia Ventitre.



Studia presso la sezione di Arti Grafiche dell'Istituto d'Arte di Firenze e frequenta il corso di Pittura all'Accademia di Belle Arti.
I suoi inizi sono come illustratore (disegna le copertine di Kaos dal 1993), poi nel 1995 pubblica il suo primo fumetto su Schizzo, idee e immagini. Pubblica dei brevi racconti a fumetti su Blue e Heavy Metal.
Nel 1998 inizia a dipingere.
La sua prima opera in volume è una cupa rivisitazione del Pinocchio di Collodi, Pinocchio - storia di un bambino, che viene pubblicata nel 2006 e candidata al Premio Micheluzzi 2007  come "miglior romanzo grafico", "migliore sceneggiatura per un romanzo grafico" e "miglior disegno per un romanzo grafico". L'opera ha un buon successo grazie al passaparola dei lettori e apre nuove porte al suo autore, il cui nome inizia a circolare nel mondo del fumetto.
Nel 2007 pubblica P-HPC - Post-Human Processing Center, un libro sperimentale in cui mescola fumetti, fotografia, illustrazione tradizionale e digitale alla maniera di Dave McKean, The Art Of Ausonia e Beauty Industries. L'anno seguente arrivano Ausonia's Serious Toyz e il primo volume di Interni - o la miserevole vita di uno scrittore di successo, entrambi candidati al Premio Micheluzzi 2009, il primo per il "miglior sceneggiatore" e il secondo per il "miglior fumetto".
Insegna alla Scuola Internazionale di Comics di Firenze.

A Lucca Comics & Games 2010 si è tenuta la sua prima mostra personale.

venerdì 1 aprile 2011

GOLD!

Oro! Oro! Oro a perdita d’occhio. Un asino d’oro può tornare sempre utile ma attenzione, questi animali testardi possono mandarti sul lastrico.
I giocatori raccolgono carte oro e cercano di conquistare il maggior numero possibile di punti vittoria. Gli asini, come nella favola di Grimm, possono riempirti d’oro ma, coloro che non riusciranno a liberarsi in tempo di questi cocciuti animali, riceveranno punti negativi.

Contenuto della Scatola:
  • 60 carte in 6 colori
  • Regolamento

Gold! e' un gioco di carte per 2-3 giocatori, da 8 anni in su.