giovedì 3 marzo 2016

Prove tecniche di fiera.

Oggi test importante al "Bolter" abbiamo provato i primi sketch per le prossime fiere.
Lo abbiamo fatto in casa nella speranza di coinvolgere qualche amico e quando l'amicizia va oltre il risultato è davvero unico.
Tra gli intervenuti ringrazio in prima persona un amico senza il quale oggi nemmeno ci sarebbe il vecchio "Bolter" Giulio Vincenti insieme ne abbiamo fatte tante e quando ci vediamo ci sembra davvero di raccontare un'avventura incredibile.
Da subito si è interessato alla pagina di Elisa e incuriosito del prodotto è stato tra i primi a rispondere alla chiamata.
Si il negozio si chiama HeavyBolter ma per anni è stato la casa del fantasy con partite infinite a wharhammer serate D&D e credo ogni sorta di gioco di ispirazione fantasy.
Giulio è anche un grande lettore ed esperto di questo genere quindi per me il suo giudizio vale davvero come una laurea nel bene o nel male ci tenevo tantissimo tanto che ho scelto di riproporvelo qua sul blog della nostra pagina:

"Premetto innanzitutto che non sono un recensore, ma un semplice lettore. Oggi ho però promesso che avrei scritto una mia piccola recensione, quindi ecco il mio (molto)modesto parere. Parto parlando della parte più “tecnica” del fumetto, anche se essendo piuttosto ignorante in materia mi limiterò a dire che mi è piaciuta molto la scelta della carta, non i soliti e sempre più abusati in campo fumettistico “fogli di carta velina”. La rilegatura è fatta molto bene ed anche a proposito della qualità di stampa non c’è nulla da dire. Passando a parlare della parte relativa al disegno posso dire che, come si era già visto dalle anteprime pubblicate sulla pagina, è meraviglioso. Il tratto delicato, insieme alle ombreggiature date con grande capacità, riescono a porre in ogni vignetta l’attenzione su qualcuno (o qualcosa) di specifico; un'altra cosa che ho apprezzato tanto è la scelta stilistica (se mi viene concesso il termine) del bianco e nero che poi bianco e nero non è, e riesce a far calare maggiormente il lettore all'interno dell’ambientazione fantasy. Parlando dell’ambientazione dico che il mondo fantasy ha una propria struttura interna ben costruita e delineata, dallo stile classico ma con qualche innovazione che lo rende unico nel suo genere. Esaminando i personaggi principali li ho trovati molto ben caratterizzati, inoltre ho apprezzato molto il dinamismo e la crescita di alcuni di loro (non scendo troppo nel dettaglio per non fare spoiler) . Concludo questa mia breve (pseudo)recensione parlando della storia, che ho letteralmente adorato; la trama è a parer mio avvincente, e non priva di colpi di scena, mentre lo stile narrativo è molto scorrevole, nonostante l’incredibile mole di informazioni che viene data al lettore, mi sono sentito spinto a continuare la lettura vignetta dopo vignetta curioso di sapere cosa sarebbe successo. In conclusione posso dire che secondo me il fumetto è promosso a pieni voti, e ne consiglio la lettura a tutti gli amanti del fantasy, o anche a coloro che vogliano solo vedere dei bellissimi disegni; attendo ansioso il seguito e rinnovo i miei complimenti all'autrice. N.B. ribadisco il concetto che non sono un recensore di fumetti e che tutto ciò che ho scritto sopra sono miei pareri personali."

Cosa posso dire vorrei immaginare l'emozione di Elisa alla sua prima recensione sicuramente dalla ragazza semplice quale è nemmeno ci dormirà questa notte e ovviamente il mio ringraziamento personale per tutti questi anni passati insieme a Giulio.
Vi lascio con lo sketch realizzato per lui da Elisa e se vi è piaciuto questo post o vi ha incuriosito il progetto di Elisa sostenetelo con un like o meglio provate a passare a trovarci in via S.Maria 10/b a Carrara ci riempirà di orgoglio parlarne con voi.