Rubbahorse (Delucs Editions)


Rubbahorse (Delucs Editions)
 
 

Prefazione
Come nasce questo fumetto? Per caso, come tutti, ma questo un po’ più per caso forse di altri. Sia Luchetti che Fontana sono stati miei allievi, seppure in anni diversi, della mia vecchia scuola di fumetto a Pisa. Un giorno proposi loro di realizzare una striscia settimanale per  un free-press locale (Il Fogliaccio di Pisa) e si presentarono con un western (genere tanto caro a entrambi) che accettai entusiasta perché è un genere che raramente si ha ancora il coraggio di realizzare (e io ho sempre adorato, a costo di prendere schiaffi, le sfide impossibili). La prima tavola che portarono fu quella che in questo albo compare a pagina 15. La tavola non aveva questo testo, ma nessuno ricorda quale testo avesse originariamente, così come quello che poi è stata stampato sul Fogliaccio e quello del blog (su Shockdom.com) e della prima edizione di Rubbahorse. Queste tavole sembrano voler parlare, ogni volta, in modo diverso. Leggendola infatti, scrutando tra i balloon, sembra di sentire parlare i personaggi come se fossero vivi, attuali, accanto a noi, e quindi esprimendosi ogni volta in modo diverso. Parlano infatti di frontiere pisane, trapper ponsacchini e saloon dove si parla con accenti pisani e lucchesi...
Era nato il western pisano con il suo primo eroe: Pecorons Bill, il ranger ultras del Pisa. Da lì a poco una folta schiera di protagonisti e comprimari volle affollare le scene delle verdi praterie che si estendono da Massachuccolettes fino a Saint Rossoire, passando dal Monte Sierra fino a Santa Cruz sul Little Big Arn: Rubbahorse, il trapper di Ponsacco ed il suo amico Teddy Bear (che muore al primo episodio); i Fratelli Pellegrini, i muratori di Pomarance e i messi del comune che li cercano per costruzioni abusive, mancati permessi e tasse non pagate.
Il far west non è mai stato così poco far e così simile a casa nostra.
Oggi il fumetto presenta una versione Deluxe con la ristampa di alcune tavole con nuovi dialoghi e la proposta di ben 2 storie lunghe di due dei tre protagonisti (i fratelli Pellegrini avrebbero dovuto avere anche loro una storia, ma Fontana li ha ingiustamente discriminati!).
Il nuovo editore è Massimiliano Martignoni che ha subito capito il progetto Fumetti Crudi e ha deciso di investirci affinché possa continuare la sua ormai lunga avventura (e noi speriamo di non farlo fallire prima del tempo!).
In bocca al lupo, Massimiliano!
(Gianluca Caputo)




Rubbahorse (Delucs Editions)


spese di spedizione incluse
spedizione ordinaria piego di libri


Per altri metodi di pagamento contattaci
info@heavybolter.it
 

Nessun commento:

Posta un commento